Eyes-cream o ice-cream?

in Concepts and Design/WORLD

Una delle cose più belle dell’estate è sicuramente il gelato. Possiamo distinguere i gelati ghiacciati, come la granita ed il ghiacciolo, che non subiscono processi di mantecazione. I gelati mantecati, quelli che troviamo nel classico cono, in coppetta o in coppa alla frutta, alle creme o allo yogurt e i semifreddi considerati una via di mezzo fra il gelato e un prodotto di pasticceria, che risultano meno freddi al palato rispetto ai gelati tradizionali.

Oltre a questi esistono altri tipi di gelato poco conosciuti come lo  “shaved ice cream”, un particolare gelato Taiwanese ottenuto “rasando” un grosso cubo di ghiaccio e guarnendolo con crema o sciroppi, una via di mezzo fra il sorbetto e il gelato. Per chi lo volesse provare risparmiandosi il viaggio fino a Taiwan consigliamo la gelateria Eyescream and friends di Barcellona.

Eyescream Barcellona

Il concept di questa gelateria è davvero innovativo e singolare. Merche Alcalá e Marion Dönneweg, i creatori del locale, si sono trovati di fronte ad un certo livello di complessità nel progettarlo. In primo luogo questo tipo di ghiaccio è sconosciuto in Europa, il che implica un lavoro sui potenziali consumatori per superare la diffidenza iniziale. In secondo luogo perché dal punto di vista estetico questo gelato non si presenta molto bene, anzi è piuttosto brutto: una massa amorfa di gelato con un sacco di salse e condimenti che cadono al di sopra e ai lati.

Shaved ice cream
Shaved ice cream – tradizionale

Per superare queste difficoltà i due progettisti hanno elaborato una strategia creativa lavorando il prodotto in stretta collaborazione con il cliente Joad López e Federico Mendoza. Prima hanno cambiato la materia prima taiwanese sostituendola con un gelato italiano ghiacciato e poi iniziato una “decostruzione” separando il gelato dai condimenti. Come tocco creativo, hanno inserito due occhi di zucchero sulla cima di questa montagna di gelato, dandogli immediatamente vita e personalità, creando un personaggio-mostro che ti guarda negli occhi.

Shaved ice cream - Eyescream

Eyescream

In nome non poteva che essere Eyescream, che in inglese si pronuncia come il gelato, ma fa anche riferimento diretto agli occhi. E’ stato inventato un mostro con un determinato carattere per ogni gusto. E’ stato sviluppato un packaging molto sofisticato, ma con una costruzione molto semplice ed economica: una sorta di vassoio che forma il contenitore di gelato e due contenitori per condimenti (marmellata, salsa di cioccolato, caramello, ecc).

Eyescream Eyescream Eyescream

Il risultato è davvero stupefacente, un fantastico esempio come dalle difficoltà con passione, strategia, creatività e collaborazione si possano generare soluzioni nuove ed innovative.

Let’s shaved ice together!

 

Cristina Martinelli si occupa di Design della Comunicazione. Dal 2011 su FOOD in progress dove scrive di food design, di food photography, di nuove idee e concept legate all'appassionante mondo del cibo.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Concepts and Design

Dessert di Cemento

Nelle strade di una Milano occupata ad accogliere la sua Expo intitolata

Less is More

Nel 2010 l’artista Mehmet Gözetlik ha colpito il mondo intero il suo

Pizza Hut in Italia

Pizza Hut continua a rivoluzionare il mondo della pizza. Dopo il lancio
Go to Top