Dal blog, all’idea di una start-up

in 2021/Concepts and Design/NEWS/WORLD

Dicembre. Ultimo mese dell’anno. E’ il momento in cui molti di noi raccolgono pensieri, idee e dove i propositi per il nuovo anno vengono delineati.

E’ il giusto momento per aggiornarvi sul alcune novità e soprattutto per ringraziarvi (mai abbastanza) del seguito che date al blog e dell’interesse che mostrate per il FOOD in progress 👍 .

Negli ultimi tempi ho ricevuto diverse mail da parte vostra, dove mi si chiedeva qualcosa in più relativamente alle sezioni del blog che meno frequentemente sono state aggiornate e del come mai gli articoli fossero meno continui rispetto al passato.

Il motivo è che nel corso degli ultimi mesi sono stato impegnato in diverse attività professionali che mi hanno permesso di approfondire alcune aree di interesse e che cercherò di utilizzare anche per rivedere ed aggiornare il sito FOOD in progress, inserendo nuove nuovi temi e altre novità che per ora sono in “bozza”.

L’intento sarà comunque sempre quello di creare e divulgare contenuti in-formativi fruibili a chi, per passione o professione, è interessato ad approcciare ed approfondire in modo interdisciplinare l’affascinante mondo alimentare.

Chi come me è impegnato in attività di ricerca, innovazione e sviluppo, può ben capire quanto stimolante e impegnativo sia partecipare alla creazione di un nuovo progetto. Conosciamo anche bene tutti quanto importante sia poter lavorare in un team multidisciplinare per poter risolvere le questioni tecniche spesso più difficili.

Come la nascita del blog FOOD in progress, è stata proprio la multidisciplinarietà e la passione per la ricerca che ha messo le basi per la fondazione della start-up maiolicus e della quale faccio parte.

maiolicus è nata da un’idea di persone con formazione e professionalità diverse (scienze e tecnologie alimentari, psicologia, marketing ed economia), unite dall’amicizia e da due passioni principali: l’enogastronomia italiana e i viaggi culturali alla ricerca di sapori autentici e legati al territorio di origine, quelli che sanno regalare grandi emozioni.

Alcuni di noi hanno avuto anche l’opportunità di crescere o vivere in Paesi europei ed extra-europei, vedendo in prima persona usi e consuetudini alimentari diversi da quelli del bacino mediterraneo in generale e da quelli italiani in particolare. Dal punto di vista dell’enogastronomia, siamo comunque tutti d’accordo e allineati. Crediamo che l’Italia sia il miglior Paese del Mondo! (almeno quello conosciuto 🙂 ).

Viaggiando in lungo in largo per la nostra penisola abbiamo conosciuto direttamente molti produttori, ascoltato le loro storie, e cercato di capire davvero cosa ci sia dietro ad un prodotto ricercato, tradizionale e con caratteristiche peculiari di qualità.

Per ragioni purtroppo note a tutti, negli ultimi 18 mesi, non è sempre stato possibile viaggiare, se non per scopi professionali e questo ha reso ancor più difficile a tutti gli appassionati come noi, ricercare e riuscire a scovare quei prodotti alimentari colmi di storia che solo un Paese come l’Italia può offrire.

Il progetto maiolicus nasce proprio dal desiderio di dare a tutti gli appassionati, intenditori o cultori, la possibilità di viaggiare per l’Italia, comodamente da casa, almeno una volta al mese (almeno con i sensi 🙂 ).

Ogni mese, una tappa. Ogni tappa per scoprire, degustare e conoscere le chicche enogastronomiche del nostro amato Paese Italia. Riteniamo anche che le piccole e medie imprese del territorio italiano, spesso agricole, vadano preservate, supportate e valorizzate perché depositarie spesso di culture, tradizioni e peculiarità territoriali che rischiano di andare perdute. Il nostro focus è orientato pertanto, dove possibile, all’individuazione di queste realtà e alla scelta dei loro prodotti.

Come tutte le attività in “early stage”, la necessità è anche quella di capire come migliorare la propria idea ed aggiustare la direzione se necessario. E’ fondamentale quindi raccogliere le impressioni dagli utilizzatori del servizio e da chiunque sia interessato a dare il proprio contributo per far crescere il progetto.

Qualunque parere (meglio se costruttivo 🙂 ) e suggerimento vogliate contribuire a dare è importante e altrettanto importante è esservene riconoscente. Se vi fa piacere, scrivetemi a michele@foodinprogress.com.

Questo post infine, vuole essere anche il punto di partenza per lo sviluppo di una nuova sezione (una di quelle novità “in bozza” che vi dicevo) dedicata alle start-up e a tutte quelle persone che hanno avuto e hanno un’idea da concretizzare in ambito food. Un’area dove poter condividere da una parte idee ed esperienze, dall’altra creare e divulgare contenuti sull’affascinante mondo alimentare.

Grazie!

A presto 😉 .

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments