Tag archive

saccarosio

DICTIONARY/E numbers

Taumatina

Taumatina (Ita), thaumatin (Eng), thaumatine (Fra), taumatina (Esp), thaumatin (Deu). Categoria funzionale: esaltatore di sapidità, edulcorante, agente mascherante. Numero E: 957. Numero CAS: [53850-34-3]. Peso Molecolare: ≈ 22.000. Forma: polvere inodore di colore beige, dal gusto dolce intenso. Produzione: la taumatina, come insieme complesso di proteine (taumatina I, II, III, a e b) dalle proprietà dolcificanti, si… Leggi

Ingredients/SCIENCE

Quanto dolce percepiamo il dolce? – II parte

Con una tabella sintetica riprendiamo quanto iniziato nel precedente post: I dati, se pur sintetici, indicativi e soggetti a scostamenti derivanti dalle diverse fonti bibliografiche, danno l’idea di come un ingrediente possa avere caratteristiche dolcificanti ed essere considerato più o meno dolce rispetto ad un altro. La dolcezza relativa sperimentale (RS, relative sweetness) esprime, in… Leggi

Ingredients/Products/SCIENCE

Calcolo dell’aw – III parte

Dopo aver introdotto l’argomento relativo all’attività dell’acqua (aw) e su alcune delle possibilità per il suo calcolo, a seguire vengono riportate alcune delle fonti bibliografiche consultate ed altre utili ad approfondire nel dettaglio l’argomento. Grover, D.N. (1947). The keeping properties of confectionary as influenced by its water vapor pressure. Journal of the Society of Chemical… Leggi

IDEAS/Sweet

Mandorlato morbido

Saranno stati sicuramente tanti i dolci mangiati durante queste feste e tra qualche giorno, spazio alle giornate “depurative”. Uno dei test effettuati, tra un banchetto e l’altro, è stato quello sul mandorlato, prodotto dolciario Veneto tipico delle feste natalizie. Una leccornia così prelibata necessita di molta sapienza ed esperienza pratica perchè la sua produzione possa… Leggi

Ingredients/Products/SCIENCE

Calcolo dell’aw – II parte

Come anticipato qui, con un esempio proviamo a calcolare l’attività dell’acqua di una soluzione acquosa a base di destrosio (29%), saccarosio (19%) e cloruro di sodio (4,8%) mettendo a confronto il risultato sperimentale con quello previsto da due modelli, quello di Norrish e quello di Grover che non avevamo citato nella prima parte. Per sistemi… Leggi

Torna su